CHIAMATA ALLE ARTI

28 e 29 NOVEMBRE 2017 www.chiamatallearti.tn.it

CHIAMATA ALLE ARTI – IV edizione


“Creatività” è sinonimo di “pensiero divergente”, cioè capace di rompere continuamente gli schemi dell’esperienza. È “creativa” una mente sempre al lavoro, sempre a far domande, a scoprire problemi (…), che rifiuta il codificato, che rimanipola oggetti e concetti senza lasciarsi intimidire dai conformismi. E questo processo – udite! udite! – ha un carattere giocoso: anche se sono in ballo le “matematiche severe”. (G. Rodari, Grammatica della Fantasia, Einaudi, Torino 1973)

Giunge alla sua IV edizione il progetto Chiamata alle Arti e alle Scienze, nuovo format del ben più longevo progetto Arteatrando nato nel 2003 con il sostegno della Comunità della Vallagarina ed il supporto logistico del Comune di Rovereto. L’iniziativa è dell’associazione culturale Artea ed offre agli studenti delle scuole trentine l’occasione straordinaria di frequentare in un’unica giornata un ciclo di più laboratori gratuiti guidati da professionisti ed esperti non provenienti dal mondo della scuola, ma ad essa complementari. Gli incontri, proposti in forma di laboratorio, sono creati con l’obiettivo di aiutare le giovani generazioni a sviluppare nuove idee per il proprio futuro, stimolate proprio dall’incontro con operatori culturali, ricercatori, esperti, scienziati che hanno fatto della propria passione e del sapere il proprio mestiere. In un periodo in cui la scuola trentina comincia a parlare di alternanza scuola-lavoro, facilitare una connessione tra istituzioni scolastiche e mondo adulto è forse la strategia migliore per accendere entusiasmi in grado di contrastare un senso generale di sfiducia verso il futuro, alimentando invece un approccio più curioso e propositivo.
Il network degli enti ed istituzioni del territorio coinvolte nell’iniziativa si è ulteriormente allargato, perché numerose sono le realtà che hanno saputo cogliere le potenzialità del progetto. Il 28 e 29 novembre saranno quindi 19 le classi coinvolte tra scuole medie e superiori (IC Villa lagarina, IC Alta Vallagarina, IC Rovereto Nord, IC Isera Rovereto, Liceo artistico Depero, ITI Marconi, Liceo psico-socio-pedagogico F.Filzi, Istituto Don MIlani), oltre 400 gli studenti provenienti dalle scuole primarie e secondarie della Vallagarina, 66 le ore di lezione gratuite con una proposta che comprende 26 discipline diverse dall’arte alla scienza, dalla danza al teatro, dalla tecnologia alla meterologia. Chiamata alle arti è dunque una sorta di grande “borsa di studio”, un’occasione che l’Ufficio Istruzione della Comunità della Vallagarina offre a tutte le scuole aderenti per confrontarsi con il territorio. Saranno partner del progetto 2017, oltre all’associazione Artea che ha ideato il progetto e ne cura il coordinamento, anche la Compagnia Evoé teatro, diversi professionisti nell’ambito delle arti sceniche e dello spettacolo, il Mart, Il Museo storico italiano della Guerra, il Muse, la Fondazione Edmund Mach, la Fondazione Caritro e GDG Trento.
Arte e Scienza dunque, come ben suggerisce il logo dell’evento, saranno chiamate a stimolare entrambi gli emisferi del nostro cervello accendendo nuove idee o supportando passioni che non aspettano altro che essere incoraggiate.
I ricercatori saranno ospiti nel salotto della cultura roveretana in corso Bettini presso il Polo culturale e museale del Mart e di palazzo Alberti per raggiungere poi piazza Rosmini, palazzo della Fondazione Caritro e l’Urban center.

Il giorno 28 novembre a chiusura della mattinata, la Fondazione Caritro curerà un momento particolare con una suggestiva testimonianza di ideaione e imprenditorialità giovanile: la giovane Martina Berlanda racconterà come, con il progetto Artbus ideato con Giulia Pedrotti e Tiziano Beber, in collaborazione con lo Studio d’Arte Andromeda di Trento, ha vinto io premio del pubblico nell’ambito del concorso Vetrina delel Idee ideato dalla Fondazione nella primavera di quest’anno. L’ArtBus è uno scuolabus dismesso riportato a nuova vita divenendo sede di laboratori artistici per bambini.


Grande novità dell’edizione 2017 è l’apertura alla cittadinanza del festival Chiamata alle Arti con l’offerta di uno spettacolo serale ad ingresso gratuito per tutta la cittadinanza: alle ore 20.30 sempre presso il Teatro Zandonai andrà in scena ERINNI. O del rimorso, uno spettacolo sul talento e sulla responsabilità di realizzarlo. E’ anche uno spettacolo sulla depressione: la storia di una ragazza che ha rinunciato al suo talento e ai suoi desideri e comincia un viaggio dentro se stessa dove incontra la sua ombra alla ricerca di una possibile integrazione o di una rivoluzione. Seguirà un confronto con l’attrice ed un dibattito sulle situazioni di agio o disagio dei giovani oggi con il coinvolgimento di medici, specialisti, educatori ed associaizoni giovanili.
Tutte le informazioni sul programma su www.chiamatallearti.tn.it

PROGRAMMA CHIAMATA ALLE ARTI – LABORATORI ARTISTICO-CULTURALI
TEATRO – Dalla mente al cuore: i segreti dell’attore a cura della Compagnia Evoè Teatro – con Clara Setti

USO DELLA VOCE – HO UNA VOCE! Come parla, cosa dice, come suona, chi l’ascolta? a cura della Compagnia Evoè Teatro – con Marta Marchi

LABORATORIO DI LETTURA ESPRESSIVA con Maria Giuliana D’Amore

TEATRODANZA con Fannj Oliva

ILLUMINOTECNICA con Alice Colla

HIP HOP con Ylenia Lovato

TAIJI QUAN: meditazione in movimento con Valentina Petrolli

GIOCOLERIA E ARTI CIRCENSi con Magico Camillo

TRUCCO DA SCENA con Lucia Santorsola

LABORATORIO DI COSTUME con Sara Ferrari

COME ESPLORO IO. PERCORSI INEDITI AL MUSEO a cura dell’area educazione del MART

FOGLI DI LEGNO a cura dell’area educazione del MART

SULLE TRACCE DELLA STORIA a cura del Museo storico italiano della Guerra di Rovereto – con Evelyn Consolati

COM’E’ FATTO IL CASTELLO? – a cura del Museo storico italiano della Guerra – con Evelyn Consolati

PROGRAMMA CHIAMATA ALLE SCIENZE – LABORATORI SCIENTIFICI

ESPLORIAMO IL MONDO DELLA TECNOLOGIA cura di GDG Google Developer con Mattia Gasperotti

AZOTOMANIA a cura del MUSE di Trento

EUREKA a cura del Muse di Trento

LEGGERE LA MENTE DEGLI INSETTI a cura della Fondazione E. Mach – con Rachele Nieri e Valerio Rossi

MA PROF, com’e’ cambiato il clima? a cura della Fondazione E.Mach, con Emanuele Eccel