10 giugno 2018 – DUE SPETTACOLI

Quest’anno vi aspetta una serata speciale:

IL 10 GIUGNO 2018 ARTEA FESTEGGIA 10 ANNI DI ATTIVITA!

Gli spettacoli saranno allestiti presso il TEATRO ZANDONAI – ROVERETO

Risultati immagini per biglietti

PREVENDITA biglietti presso la sede di corso Bettini 58 ogni lunedì e giovedì dal 3 maggio ore 16.30-19.00, presso Teatro Zandonai il giorno 8 e 9  giugno ore 16.30-19.00 ed il 10 giugno ore 14.00-20.00.

Per acquistarli avete tre possibilità:

1) Se volete scegliere il posto, vi consigliamo di recarvi personalmente ad Artea pagando i biglietti IN CONTANTI. Il biglietto stesso funge da ricevuta ai fini fiscali. Artea è un’associazione e per questo non ha obbligo di servizio bancomat.

2) Per chi non potesse recarsi in sede è possibile prenotare anche via email indicando se quanti biglietti vuole acquistare e se in un palchetto o platea (affidando la scelta alla segreteria) seguendo queste avvertenze:

  1. a) prenotare senza pagare e ritirare il biglietto almeno 30 minuti prima dallo spettacolo, orario oltre al quale il biglietto sarà rivenduto.
  2. b) prenotare versando la spesa sul conto di Artea, allegare copia del bonifico e ritirare il biglietto quando si vuole, anche a spettacolo iniziato.

VIDEO – anche quest’anno Artea omaggia tutti gli allievi di una ripresa video professionale disponibile dal mese di settembre 2018 con link di download gratuito dal nostro sito (chiedi la password in segreteria)

FOTO – sarà presente il fotografo ufficiale Michele Franceschini https://foto.michele-franceschini.it/

INFO www.artea.tn.it | tel. 345 8571465, biglietto unico 10  euro | biglietto per entrambi gli spettacoli 15 euro (attenzione, il posto non sempe sarà il medesimo)

Se vuoi farti un’idea, ecco la PLANIMETRIA DEL TEATRO

PROGRAMMA

ore 15.45 SPETTACOLO DI DANZA CLASSICA

I tempo  – Lago dei cigni, spettacolo  dei corsi di danza classica 3-10 anni, insegnante Vanessa Bertoletti

Si esibiscono le allieve dei corsi di Danza educativa, Predanza, Danza classica, musica  tratta dall’opera Lago dei cigni di Petr Ilic Cajkovskij, a cura dell’insegnante  Vanessa Bertoletti

atto I  – Dame e principesse | Valzer | Arrivo della regina

atto II – I cigni

atto III – Le invitate al ballo | Danza spagnola | Danza napoletana | Danza russa | Mazurka

II tempo – Danza classica di…Carattere!  insegnante Lara Fraldi

Questo spettacolo nasce dall’approccio, da parte delle allieve, ad alcuni “passi scenici” delle danze storiche e “di carattere”dei balletti di Repertorio. Tale studio integra la formazione di un danzatore classico, permettendogli di arricchire e trasformare la tecnica di base usando nuovi ritmi e stili di movimento, sviluppando così la vasta gamma delle proprie capacità espressive.
Assisterete quindi a quattro coreografie:
– La prima è una POLONAISE, su musica tratta da LA BELLA ADDORMENTATA. Danzata, come spesso accade nei balletti di repertorio, nelle forme di una danza di corte: ricca di inchini e di eleganti intrecci ma anche di molti elementi di tecnica.
– La seconda coreografia è una DANZA ARABA, danzata sull’omonimo brano musicale tratto da LO SCHIACCIANOCI. Qui predominano movimenti fluidi e avvolgenti delle braccia e del busto ed anche del corpo nel suo insieme, che suggeriscono un’atmosfera sospesa, interrotta solo da alcuni movimenti accentati e staccati.
– Il terzo brano coreografico è una DANZA SPAGNOLA, su musica estratta dal balletto DON CHISCIOTTE. In questa danza, a movimenti legati ed ampi se ne alternano altri più forti, con numerosi grandi salti.
– Il pezzo conclusivo è una TARANTELLA, su musica tratta dal balletto NAPOLI. Caratteristiche di questa, come di altre danze di origine popolare, sono i veloci saltelli, l’uso percussivo delle mani sul tamburello e dei piedi sul suolo, accompagnati da un un ritmo sempre più incalzante.

Con le loro danze, le nostre allieve riusciranno a trasportarvi in tempi e luoghi lontani ed esotici, che in passato apparivano quasi irraggiungibili e per questo ancora più affascinanti? Ci auguriamo che possiate fare, insieme a loro, un magico viaggio ricco di fantasia e di colori.
Ringraziamenti: Un ringraziamento particolare ad Oxana Guzic, Rosanna Goller e a tutte le mamme delle allieve, che hanno contribuito alla realizzazione dei costumi.

L’esibizione si intreccerà con alcuni interventi delle allieve dei corsi di danza moderna 10-13 anni di Artea a cura dell’insegnate Elisa Colla e da una coreografia di flamenco bambini interpretata da tre giovanissime bailaore di soli 6 anni guidate da Adriana Grasselli dell’associazione La Peña andaluza.

ore 19.30 – DIECI 

spettacolo per il decennale dell’associazione Artea con la partecipazione dei corsi di modern e contemporaneo di Elisa Colla, teatrodanza di Fannj Oliva, con gli allievi dell’ass.ne Pena Andaluza di Adruiana Grasselli e l’ospite internazionale Miguel Angel Espino

I tempo

ESSERE SOLI

corso di teatrodanza adulti di Artea, a cura dell’insegnante Fannj Oliva

Attraverso esplorazioni compositive guidate, ogni allievi ha creato un proprio alfabeto coreografico: una ricerca sperimentale sul corpo, sulle sue forme, sulle forme dentro ad altre forme. Danzare coraggiosamente da soli per non eseguire semplicemente, ma per cercare la propria verità.

VERANO (Estate)

Spettacolo di flamenco dell’associazione La Pena andaluza, a cura di Adriana Grasselli e Miguel Angel Espino

L’associazione presenta tre danze: Sevillana, Tangos di Malaga e La abeja enamorada

II tempo

GLI SPOSTATI

corsi di danza moderna e contemporanea dedicato al Centenario della Grande Guerra, omaggio in chiave coreutica che intende portare l’attenzione al vissuto della gente trentina e non alle vicende di bandiera. Ascoltando le vicende narrate dalle donne durante il “filò”, tradizionale occasione di aggregazione serale perlopiù al femminile, seguendo il “filo” della storia, lo spettacolo andrà ricostruendo le vicende vissute nelle nostre terre in un periodo tanto delicato come l’inizio del secolo scorso.

a cura dell’insegnante Elisa Colla

canto Elisa Amistadi e Adele Pardi

testi tratti da lettere e diari originali dei profughi trentini della I Guerra mondiale e da Montagne di vetro di D. Buzzati

fotografie tratte dalla mostra Gli Spostati presentata nel 2015 a Rovereto, a cura del Laboratorio di storia in collaborazione con la Fondazione Museo civico di Rovereto, il Museo Storico Italiano della Guerra

voce narrante Alice Conti

video Luigi Zoner

costumi Elisa Calaon

disegno luci Alice Colla

audio IIRITI noleggi

presenta Elisa Colla

ore 22.00 SORPRESA PER TUTTI I PRESENTI