SAGGIO 2018

Quest’anno vi aspetta una serata speciale:

ARTEA COMPIE 10 ANNI!

Gli spettacoli saranno allestitit presso il TEATRO ZANDONAI – ROVERETO

ore 16.00 IL LAGO DEI CIGNI – spettacolo  dei corsi di danza classica 3-10 anni, Teatro Zandonai

ore 20.00 – 2DIECI  spettacolo per il decennale dell’associazione Artea con la partecipazione dei corsi intermedi e avanzati di modern, contemporaneo, teatrodanza, classico, con gli allievi dell’ass.ne Pena Andaluza e l’ospite internazionale Miguel Angel Espino, presso Teatro Zandonai

ore 22.30 SORPRESA PER TUTTI I PRESENTI!

PREVENDITA biglietti presso la sede di corso Bettini 58 ogni lunedì e giovedì dal 3 maggio ore 16.30-19.00, presso Teatro Zandonai il giorno 8 e 9  giugno ore 16.30-19.00 ed il 10 giugno ore 14.00-20.00.

Per acquistarli avete tre possibilità:

1) Se volete scegliere il posto, vi consigliamo di recarvi personalmente ad Artea pagando i biglietti IN CONTANTI. Il biglietto stesso funge da ricevuta ai fini fiscali. Artea è un’associazione e per questo non ha obbligo di servizio bancomat.

2) Per chi non potesse recarsi in sede è possibile prenotare anche via email indicando se quanti biglietti vuole acquistare e se in un palchetto o platea (affidando la scelta alla segreteria) seguendo queste avvertenze:

  1. a) prenotare senza pagare e ritirare il biglietto almeno 30 minuti prima dallo spettacolo, orario oltre al quale il biglietto sarà rivenduto.
  2. b) prenotare versando la spesa sul conto di Artea, allegare copia del bonifico e ritirare il biglietto quando si vuole, anche a spettacolo iniziato.

VIDEO – anche quest’anno Artea omaggia tutti gli allievi di una ripresa video professionale disponibile dal mese di settembre 2018 con link di download gratuito dal nostro sito (chiedi la password in segreteria)

FOTO – sarà presente il fotografo ufficiale Michele Franceschini https://foto.michele-franceschini.it/

INFO info www.artea.tn.it | tel. 345 8571465, biglietto unico 10  euro | biglietto per entrambi gli spettacoli 15 euro (attenzione, il posto non sempe sarà il medesimo)

Se vuoi farti un’idea, ecco la PLANIMETRIA DEL TEATRO