TEATRODANZA

TEATRODANZA junior ins. Fannj Oliva

“Conservare lo spirito dell’infanzia dentro di sé per tutta la vita, vuol dire conservare la curiosità di conoscere, il piacere di capire, la voglia di comunicare”

Bruno Munari

 

Un percorso di teatrodanza per giovani creature.In questa fase della loro vita tutti recettori sensoriali sono aperti e la conoscenza della realtà avviene istintivamente attraverso il gioco. I loro giochi non sono giochi, bisogna considerarli delle azioni serie dove nessun pensiero interferisce nel praticare; in loro esiste il solo piacere di perdersi in uno spazio che diventa altro e dove il tempo pare fermarsi. Il percorso ha lo scopo di avvicinare i bambini al movimento. Insieme esploreremo le singole parti del corpo che come uno strumento faremo risuonare nello spazio attraverso l’insegnamento di regole precise chiare , regole dentro le quali stare con estrema stupore per sé e per l’altro; saper uscire dalle stesse regole per creare un vocabolario di movimenti e azioni. Giocare per aprire uno spazio, una direzione, una forma nella consapevolezza dello stare in scena.

TEATRODANZA ADULTI ins. Fannj Oliva

Lo studio del teatro danza è un’esperienza intensa e creativa che affronta gli aspetti tecnici e compositivi della danza e del teatro. Una ricerca sperimentale per lavorare sul corpo, sulle sue forme , forme dentro ad altre forme. Agire senza pensare per attingere dalla propria verità. Una ricerca che passa attraverso l’ascolto e l’intuizione verso se stessi e verso l’altro può portare alla creazione di composizioni prive di giudizio e ragione; partire da una chiara forma per andare dove non si è mai stati La necessità del percorso sarà quella di esplorare gli aspetti tecnici, improvvisativi e compositivi con l’intenzione di avvicinare i partecipanti al linguaggio creativo del proprio corpo e dell’altro. Sperimentare il sentire, il sentire l’altro. Entrare in quel luogo dove tutto sembra possibile: il teatro uno spazio intenso, aperto, di visioni esaltanti ,di suoni disarticolati la danza: l’immobilità delle immagine , la loro vita nel corpo in movimento